browser icon
You are using an insecure version of your web browser. Please update your browser!
Using an outdated browser makes your computer unsafe. For a safer, faster, more enjoyable user experience, please update your browser today or try a newer browser.

Differenze tra Protestanti e Cattolici

Posted by on 2 agosto 2010

Ho trovato questo sintetico documento in rete (la fonte è riportata alla fine). Credo sia utile per rispondere a molte e ricorrenti domande sull’argomento.

I cristiani nella Bibbia sono persone che amano la Verità (2 Tessalonicesi 2:10). Se una persona ama la verità deve per forza odiare le bugie, gli errori e tutte le distorsioni della Verità. Tuttavia, proprio come Dio odia il peccato, ma ama tutti gli uomini peccatori, i cristiani devono amare tutti allo stesso modo, tutte le persone e le creature di Dio, anche se insegnano o credono in qualcosa che non è giusto o vero. Così cattolici e protestanti debbono amarsi a vicenda, anche se non sono d’accordo su ciò che l’altro fa o crede.

Cattolici e Protestanti credono in molte delle stesse cose (come la figura di Gesù Cristo e il concetto di Trinità), ma hanno anche parecchie differenze, alcune delle quali sono banali, ma altre sono fondamentali.

La Chiesa cattolica ha alle spalle una lunga storia e nel tempo è cambiata in molti modi, a volte in meglio, a volte in peggio.

Il Cristianesimo Protestante ebbe inizio nel 1500 quando alcune persone, che iniziarono ad approfondire lo studio della Sacra Scrittura, si ribellarono contro le cose sbagliate che la Chiesa cattolica stava facendo e insegnando. Così staccarono e formarono la loro propria chiesa, più in linea con la verità biblica. Proprio come la Chiesa cattolica, le Chiese protestanti non sono perfette, e questo appunto perché la chiesa è formata da persone imperfette, da credenti peccatori, come lo siamo tutti. Non si può, infatti, credere che una o l’altra chiesa non sbaglia e non abbia mai sbagliato, e questi sbagli sono la prova visibile dell’infondatezza della dottrina cattolica dell’infallibilità papale, del fatto che la Chiesa Cattolica sia la chiesa di Dio. Nessun uomo è perfetto su questo mondo (Salmi 14:3; Romani 3:23). E non esistono religioni, denominazioni o confessioni che non sbaglino mai, appunto perché le religioni sono fondate dagli esseri umani imperfetti. Solo Gesù Cristo salva, la fede in Lui, e non la semplice appartenenza ad una chiesa o religione.

Il problema principale è che i cattolici hanno creduto e fatto alcune cose in modo diverso da quello che insegna la Bibbia. I protestanti difendono ciò che Dio ha detto attraverso la Bibbia. La Chiesa cattolica ha ammesso alcuni degli errori che ha commesso in passato e ha cambiato. Ma ci sono ancora, all’interno di essa, alcune credenze e pratiche che sono contrarie a ciò che la Bibbia insegna.

Un esempio di cambiamento nella chiesa cattolica è, il fatto che oggi, la Chiesa cattolica incoraggia la lettura della Bibbia, anche se sostiene che bisogna attenersi alle interpretazioni ecclesiastiche. Ma in passato la Chiesa cattolica ha scoraggiato lo studio personale della Bibbia inserendola nell’Indice dei Libri Proibiti. Solo alcune persone furono stati autorizzate a farlo. Gente che leggeva o diffondeva la Bibbia furono addirittura uccise dalla Chiesa cattolica, come William Tyndale che è stato uno dei primi a tradurre la Bibbia in inglese.

Nelle Bibbie cattoliche ci sono alcuni libri che non dovrebbero esserci: i libri apocrifi palesemente non ispirati da Dio.

Un tempo quasi tutti i libri della Chiesa cattolica erano interamente in lingua latina, e solo poche persone potevano capire il latino.

Perché il Protestantesimo nasce solo nel XVI secolo?

E’ motivo di vanto cattolico dire “La nostra Chiesa esiste da oltre duemila anni e questa è la prova che sia la Chiesa che Cristo ha fondato”.

Certo, esiste da duemila anni, ma come ha portato avanti questo suo potere? Tramite accordi politici con i governanti, i re, gli imperatori, scendendo a compromessi, cosa che la chiesa di Gesù Cristo non dovrebbe fare in quanto non dovrebbe mischiarsi in affari politici ma difendere solo e sempre il contenuto della Scrittura senza dargli altre interpretazioni. Ottenendo protezione e ricchezza tramite essi. Reprimendo col sangue le altre religioni. E impedendo la lettura della Sacra Scrittura al popolo, in quanto la Bibbia, così come gli scritti patristici, era scritta in latino e solo coloro che avevano studiato potevano capirla. E se si pensa che la cultura al tempo era cosa per una piccola percentuale della gente che c’era, si capisce il perché la Chiesa cattolica sia andata avanti. Poi con l’invenzione della stampa, il Rinascimento e la rivalutazione della capacità intellettuali di tutti gli uomini, alcuni si sono spinti fino a voler tradurre le Scritture e diffonderle, e con grande rammarico ci si è resi conto che quel che veniva da sempre predicato da un sistema politico corrotto, non era conforme alla Parola di Dio. Ecco il perché. In risposta alla Riforma Protestante, e per difendere le dottrine antibibliche che diffondeva, la Chiesa Cattolica ha inserito i libri deuterocanonici nel canone biblico, libri che fino ad allora non c’erano, e ha istituito l’Indice dei Libri Proibiti, e ha predisposto che chi non si fosse attenuto a ciò che il sistema insegnava, sarebbe stato considerato eretico e bruciato sul rogo. E quanti sono i martiri cristiani che furono arsi vivi! Purtroppo, ancora oggi si sentono dire frasi del tipo “La chiesa cattolica è voluta da Dio” all’interno degli ambienti cattolici, ma se fosse stata la Chiesa voluta da Dio, sulla quale Dio aveva messo la sua mano, di certo non si sarebbe macchiata di tutto questo sangue e di certo non avrebbe proclamato false dottrine non conformi, palesemente, con la Bibbia.

IL PAPA

Il Papa è un uomo. I cattolici sostengono che sia un mediatore tra Dio e l’umanità. Ma come si è detto Gesù è l’unico mediatore tra Dio e gli uomini (1 Timoteo 2:5). I cattolici sostengono anche il Papa è il capo della Chiesa sulla terra, ma la Bibbia dice che Gesù è il capo della Chiesa (Colossesi 1:18, Efesini 1:22, Colossesi 2:9-10). Non dobbiamo dare a qualsiasi uomo l’onore che appartiene solo a Gesù.

LA VERGINE MARIA

Maria, la Madre di Gesù è di grande importanza per i cattolici, ma la Bibbia dice molto poco su di lei. Ecco un riassunto di ciò che la Bibbia dice:

La Bibbia descrive Maria come la madre fisica di Gesù, e che lei fu messa incinta da Dio. (Matteo 1:16, Luca 1:26-42, Luca 2:5-19)

Fece visita alla cugina Elisabetta (Lc 1:39-56)

Maria partecipò ad una festa a Gerusalemme con la sua famiglia. (Luca 2:48-51)

Maria fu presente alle nozze di Cana. (Gv 2,1-10)

Maria andò a cercare Gesù all’interno di una casa (Matteo 12:46-47, Marco 3:31, Luca 8:19).

Maria seguì Gesù fino al suo calvario (Gv 19,25-27)

A Maria fu affidato in cura Giovanni, discepolo di Gesù (Giovanni 19:27),

Maria ha visse con i discepoli a Gerusalemme per un po’ (At 1,14).

Quindi tutto ciò che i cattolici dicono di Maria, che non è nella Bibbia, è basato sulla tradizione, piuttosto che sulla verità rivelata per noi nella Parola di Dio. In nessun punto nella Bibbia è scritto che Maria è stata maggiore rispetto a qualsiasi altro cristiano, era soltanto un essere umano come tutti noi. La Bibbia non dice che la gente dovrebbe darle un culto e pregarla. La Bibbia non dice che Maria prega per noi.

Alcuni cattolici possono credere e insegnare che Maria sia una mediatrice tra gli uomini e Dio, ma questo è l’opposto per la Bibbia che dice: Gesù è il solo mediatore fra Dio e l’umanità. (1 Timoteo 2:5). Un mediatore è qualcuno che negozia una soluzione tra le due persone che sono divisi a causa di qualche problema. Pregare Maria, facendole inni, e prostratisi o baciare le statue di Maria, potrebbe anche essere classificato come una forma di idolatria che Gesù ha proibito.. Perché Egli ha detto che dobbiamo adorare e servire solo Dio (Matteo 4:10). E Maria era una persona.

Maria non è la porta del cielo, come dicono alcuni cattolici, perché Gesù stesso ha detto che “Egli è la via e nessuno viene al Padre se non per mezzo di Lui” (Giovanni 14:6). E la Bibbia dice anche, “non vi è infatti altro nome se non quello di Gesù, per il mezzo del quale siamo salvati” (At 4,12).

Una credenza popolare tra i cattolici è che Maria non ha fatto alcun peccato, ma la Bibbia dice che “tutti hanno peccato” (Romani 5:12-13, 1 Re 8:46, 1 Giovanni 1:8-10, Salmo 53:3). Maria ha anche ammesso che aveva bisogno di un Salvatore, perché chiamava Dio suo Salvatore (Lc 1,46-47). Gesù è l’unica persona che non ha peccato, e Gesù era Dio.

Alcuni cattolici ritengono che Maria non abbia mai avuto altri figli. Ma la Bibbia dice di Maria ha avuto altri figli (Matteo 13:55-56).

Alcuni cattolici spesso chiamano Maria la Madre di Dio, ma Dio non ha una madre, Dio e Gesù esistevano già prima della Creazione (Isaia 43:10). Maria non era la madre di Dio, ma semplicemente un mezzo attraverso il quale Gesù entrò nel mondo fisicamente.

LA CONFESSIONE

Si ritiene tra i cattolici che un certo gruppo di persone chiamate sacerdoti, hanno il potere e l’autorità di perdonare i peccati. Quindi i peccati devono essere confessati ai sacerdoti. Ma tali credenze sono l’opposto di ciò che si trova nella Bibbia, che dice che solo Gesù ha il potere di rimettere i peccati (Matteo 9:6). Inoltre, nessun sacerdote umano è un mediatore tra Dio e l’uomo. La Bibbia insegna anche noi possiamo chiedere a Dio il perdono per noi stessi, ed Egli promette di perdonare noi e ci purificherà (1 Giovanni 1:9). Pietro ha anche detto, nella Bibbia, che attraverso il nome di Gesù, chiunque crede in lui ottiene la remissione dei peccati (Atti 10:43). La Bibbia non insegna che oggi ci dovrebbe essere una classe speciale di persone chiamate sacerdoti, perchè Dio vede tutti i cristiani come sacerdoti di loro stessi (1 Pt 2,9).

LA PENITENZA

I cattolici in generale credono che il peccato causi sanzioni spirituali, e non tutte queste sanzioni vengono rimossi anche se la colpa di un peccato è stata perdonata. Essi ritengono che tali sanzioni restanti possono essere rimosse o ridotte mediante la penitenza, che corrisponderebbe alle opere di bene. Quello che queste buone opere sono è stato deciso dal sacerdote, dopo una confessione. Secondo le credenze cattoliche eventuali sanzioni residue verranno pagate in sofferenza in un luogo chiamato purgatorio dopo la morte.

Tuttavia, la Bibbia non dice nulla di penitenza, Dio non chiede cose del genere per il perdono dei peccati. Il perdono di Dio è un dono gratuito che riceviamo staccandoci dal nostro modo sbagliato di vivere e ponendo fede in Gesù come nostro Signore e Salvatore (Galati 2:16, Romani 1:17). Secondo la Bibbia, le opere buone non fanno di una persona un cristiano, ma opere di bene dovrebbe essere il segno, una conseguenza, di una persona che è diventata cristiana. Le opere buone sono il risultato del divenire cristiano. E noi diventiamo cristiani allontanandoci dal peccato e volgendo la nostra vita a Gesù.

IL PURGATORIO

Il purgatorio è un luogo dove i cattolici credono che andranno dopo la morte, a scontare le sanzioni non corrisposte, un luogo di sofferenza dove ci purificheremo sai nostri peccati prima di entrare in Paradiso.

Questo luogo immaginario fa vivere molti cattolici nella paura per tutta la vita, perché non si può mai essere sicuri di quanto tempo trascorreremo lì. Questo timore fa vivere male molti cattolici e fa perdere la gioia e la pace che vengono dalla conoscenza che Gesù ha pagato il prezzo pieno per il peccato. I cattolici spesso insegnano che il tempo trascorso nel purgatorio può essere ridotto con doni in denaro, preghiere dei sacerdoti, e facendo altre cose. Attraverso questi insegnamenti la Chiesa cattolica ha raccolto miliardi di ricchezze, rendendola una delle istituzioni più ricche del mondo.

Tuttavia nulla riguardo al purgatorio si può trovare nella Bibbia. Gesù ha detto nella Bibbia: “Chi ascolta la mia Parola e crede a colui che mi ha mandato, ha vita eterna; e non viene in giudizio, ma è passato dalla morte alla vita.” (Giovanni 5:24). La Bibbia dice che anche “Dio non si ricorda più delle loro iniquità” (Ebrei 10:17). La Bibbia dice anche che, una volta che i cristiani muoiono, staranno con Dio (2 Cor 5,8-9), non vi è una via di mezzo.

LE INDULGENZE

I cattolici insegnano che le sanzioni non corrisposte possono portare alle persone punizioni in questa vita in varie forme di sofferenze, e ciò che resta non corrisposto sulla terra sarà pagato nel purgatorio. I cattolici credono che tali sanzioni possono essere ridotte con ciò che i cattolici chiamano indulgenze, ossia le opere buone, le preghiere, il rosario, la confessione, l’eucarestia, o fare qualcos’altro.

L’intero concetto delle Indulgenze va contro la Bibbia, la quale insegna che il dono divino della vita è gratuito e la punizione per tutti i peccati è stata pagata da Gesù una volta per tutte (Ebrei 10:10).

INSICUREZZA DELLA SALVEZZA

A causa della credenza del purgatorio, nessuna persona cattolica è sicura che andrà in Paradiso quando muore, crede che potrebbe andare in purgatorio. Ma la Bibbia dice che se noi cristiani camminiamo nella luce, come Gesù è nella luce, siamo l’uno con l’altro con il sangue del Figlio di Dio che ci ha lavato i peccati. Gesù ci purifica da tutti i nostri peccati (1 Giovanni 1:7).

IL CELIBATO

Il credo cattolico non consente agli ecclesiastici di avere una moglie, perché sono leader nella Chiesa. Tuttavia nella Bibbia leggiamo di leader cristiani sposati, come l’apostolo Pietro (Matteo 8:14, Marco 1:30, Luca 4:38), e Paolo che era un leader cristiano e scrisse la maggior parte del Nuovo Testamento, consentì inoltre il matrimonio (1 Corinzi 9:5). La Bibbia dice anche chiaramente che è sbagliato vietare il matrimonio (1 Timoteo 4:3).

LA PREGHIERA

I cattolici ripetono spesso la stessa preghiera molte volte a memoria. Ma questa è una pratica che la Bibbia considera sbagliata. Gesù disse ai suoi seguaci di non ripetere la preghiera a memoria come fanno i pagani, e come alcuni che pensano di essere ascoltati a causa delle loro belle e ripetute parole. Gesù continuò col dire che il nostro Padre celeste sa di cosa abbiamo bisogno, prima che glie lo chiediamo (Matteo 6:7-8).

I RITUALI

Una tradizione cattolica comune insegna il bacio e l’inchino verso il basso davanti alle immagini e le statue di Maria, Gesù, i morti e gli angeli. La Bibbia dice che questo è sbagliato, e oggetti del genere non dovrebbe essere neanche costruiti (Esodo 20:4-5). Gesù ci ha detto di adorare Dio in spirito e verità (Gv 4,23-24) senza l’ausilio di immagini visive. Ci sono molte altre pratiche e credenze cattoliche, che non si trovano nella Bibbia, come dire le preghiere ai defunti, il rosario, il segno della croce, l’acqua santa, ecc. In genere nella Chiesa cattolica si trovano rituali e cerimonie che non si trovano nella Bibbia, anzi sono da essa condannate come pagane e sono state inventate dalla gente. Dio condanna le tradizioni umane (Marco 7:6-7). Dio ha detto nella Bibbia che è più interessato a ciò che è nel cuore della gente che non ai riti.

CONCLUSIONE

Il sistema delle credenze cattoliche ha complicato il semplice messaggio del Vangelo, ha aggiunto nuove dottrine, ha sviato il popolo di Dio. La Bibbia contiene tutto ciò di cui abbiamo bisogno per giungere alla salvezza e stare in comunione con Dio. Riti, tradizione e credenze venute dopo sono solo da respingere. Avremo la vita eterna solo se riponiamo la nostra fede in Gesù, come dice la Scrittura: “Chi crede nel Figlio ha la vita eterna” (Giovanni 3:36).

La Bibbia mette in guardia contro coloro che cercano di distorcere le Scritture (2 Corinzi 11:3; Galati 1:8). La semplice verità e la fede sono un dono di Dio e il peccato del mondo è stato interamente lavato da Gesù sulla croce. Siamo in grado di ricevere la salvezza e la sicurezza eterna in questa vita accettando Gesù come nostro Signore, non è qualcosa che possiamo ottenere facendo buone opere (Efesini 2:8-9).

Quindi, se si vuole stare alla destra di Dio, bisogna rivolgersi direttamente a Gesù, non ad una particolare chiesa, organizzazione religiosa o individuo umano. Gesù disse, “venite a me voi tutti che siete affaticati e pesantemente oppressi, e io vi darò riposo (Matteo 11:28). Noi non siamo salvati perchè appartenenti ad una Chiesa, cattolica o protestante che sia. Ci sono solo un tipo di cristiani, quelli che hanno fatto Gesù, Signore della loro vita, e la definizione più semplice e corretta per la “vera” Chiesa (gr. ekklesia, che vuol dire assemblea, e non edificio religioso o organizzazione ecclesiastica) è un qualsiasi gruppo di persone che è unito da una comune passione per Gesù Cristo.

FONTE: http://www.veritadellabibbia.net/

Comments are closed.